panettone all'olio

Panettone veloce all’olio

0

Il panettone veloce all’olio è una variante del classico “gran lievitato” delle feste natalizie, altrettanto soffice e goloso, ma di più semplice e veloce preprazione.

Perchè non un classico panettone? Per due motivi, primo tra tutti l’assenza di burro.

Come ben sapete, latte e derivati del latte, sono banditi dalla mia cucina per via di allergia a questi alimenti.

Con l’arrivo delle festivitò natalizie, quando tutti portano in tavola i grandi lievitati, preparati con le loro mani o acquistati, io ed il mio ometto restiamo sempre a bocca asciutta, dovendo rinunciare all’assaggio degli stessi.

Così quest’anno ho deciso di provare a preparare un panettone senza burro ma con olio di oliva.

Visti i tempi ristretti (mai come in questo epriodo il tempo sembra non bastarmi mai, e sono sempre in ritardissimo con tutto), ho preferito fare una ricerca on line tra chi già aveva preparato questo lievitato con olio, per minimizzare le perdite (degli ingredienti) ed escludere un fallimento della riuscita.

Mi son imbattuta nella ricetta di Melarossa, ed ho così deciso di seguire i loro consigli, seppur modificando la ricetta in piccole parti.

Altro punto determinante per la scelta di questo panettone, è l’utilizzo di lievito di birra fresco al posto della pasta madre che, per chi non è riuscito ad istaurare un buon rapporto con quest’ultima come me, è una salvezza!

Si ha così un lievitato che necessita di minori tempi di lievitazione, tanto che seguendo alla lettera gli orari che vi riporto nella ricetta, è possibile preparare un panettone soffice e golosissimo la mattina del 24, e portare in tavola la sera della Vigilia un panettone fatto con le proprie mani!

Fare il panettone in casa vuol dire anche personalizzarlo rispondendo ai gusti dei propri cari: nel mio caso, ad esempio, uvetta e canditi per me, copertura al cioccolato e zuccherini per il mio ometto, una leggera nota di anice e rum per il papo! E chi è più contento di noi!

Fondamentale per una buona riuscita del panettone è rispettare i tempi indicati. Quindi, senza indulgiare oltre, vi lascio alla ricetta.

La farina

Per il mio panettone ho utilizzato la farina di grano tenero 00 “Panettone” del Molino Colombo maestri di farine.

Si tratta di una farina specifica per grandi lievitati (come panettone, pandori, colombe) la cui forza è pari a W400-420, dall’ottima capacità di supportare i liquidi e i grassi.

Si ottengono così degli impasti dall’eccezionale lavorabilità ed un prodotto finito con un’alveolatura regolare.

Per gli amici di Delizie &Confidenze, Molino Colombo-maestri di farine ha riservato uno speciale sconto da utilizzare nello shop on line delle loro farine.

Per usufruirne, basterà inserire nel carrello (nell’apposito spazio dedicato al codice sconto) il codice SABRY10

Panettone veloce all’olio

Recipe by Sabrina PignataroCourse: Lievitati Dolci, Lievitati del NataleCuisine: Panettone, Senza Burro, Dairy FreeDifficulty: Media
Servings

4

servings
Prep time

30

minutes
Cooking time

45

minutes

Il panettone veloce all’olio è una variante del classico “gran lievitato” delle feste natalizie, altrettanto soffice e goloso, ma di più semplice e veloce preprazione.
Per questo panettone si utilizza l’olio di oliva al posto del burro, e lievito di birra fresco al posto della pasta madre.

Ingredients (per uno stampo da 750 gr)

  • Per l’aroma del panettone
  • 25 gr di arancio candito

  • 25 gr di cedro candito

  • 3 cucchiai di miele

  • 1 cucchiaino di essenza di vaniglia

  • 1 cucchiaio di liquore all’anice

  • Per l’impasto
  • 250 gr di farina Molino Colombo per panettoni

  • 50 gr di zucchero

  • 70 gr di olio di oliva extravergine

  • 4 tuorli d’uovo a temperatura ambiente

  • 160 ml di acqua tiepida

  • 40 ml di latte di mandorla senza zuccheri aggiunti

  • 8 gr di sale fino

  • 12 gr di lievito di birra fresco

  • 1 arancia (la buccia grattugiata)

  • 1 limone (la buccia grattugiata)

  • 1 cucchiaio di liquore all’anice

  • 50 gr di uvetta

  • 2 cucchiai di rum per l’uvetta

  • 25 gr di arancia candita

  • 25 gr di cedro candito

  • 1 cucchiaino di miele

  • Per la glassa
  • 200 gr di cioccolato extra fondente da copertura

  • 2 cucchiai di latte di mandorla

  • zuccherini in granelli q.b.

Directions

  • Preparare l’aroma del panettone
  • Prima di iniziare a preparare l’impasto del panettone, prepariamo la salsa aromatica che lasceremo insaporire bene.
    Quindi frullare 25 gr di arancia candita e 25 gr di cedro candito.
  • Trasferire il frullato di frutta candita in una ciotola, unire il miele, l’essenza di vaniglia, il liquore all’anice e mescolare bene.
  • Coprire e lasciar insaporire a temperatura ambiente fino al momento dell’utilizzo.
  • Preparare l’uvetta
  • In un’altra ciotola, versare l’uvetta e coprire con il liquore.
  • Lasciar ammollare fino al momento dell’utilizzo.
  • Prepariamo l’impasto.
    NB: gli ingredienti indicati sono prelevati dal totale riportato in ricetta.
  • Il lievitino – ore 07.00
  • In una ciotola sbriciolare il lievito di birra fresco ed unire 1 cucchiaino di miele.
  • Mescolare e sciogliere completamente aggiungendo 80 gr di acqua tiepida.
  • Unire 150 gr di farina e formare un composto omogeneo e appiccicoso.
    Coprire e lasciar lievitare 3 ore.
  • Primo impasto – ore 10.00
  • Nella ciotola della planetaria versare 150 gr di farina con 25 gr di zucchero e mescolare con fruta a foglia (K).
  • Unire 80 gr di acqua tiepida, 35 gr di olio ed il lievitino.
  • Lavorare aggiungendo 2 tuorli, unendoli al composto uno alla volta per farlo ben assorbire dall’impasto prima di unire il successivo.
  • Lasciar lavorare il composto a lungo, a velocità medio alta, fino a quando l’impasto non sarà ben incordato.
  • Coprire con pellicola alimentare e porre nel forno spento con la sola luce accesa.
  • Lasciar lievitare 3 ore.
  • Secondo impasto – ore 13.30
  • Riprendere la ciotola con il composto ormai triplicato di volume, e lavorare nuovamente in planetaria, sempre con gancio a foglia (K), unendo i restanti 100 gr di farina e 25 gr di zucchero.
  • Con la planetaria in movimento, unire anche i restanti 35 gr di olio, il latte vegetale, il sale, ed i restanti 2 tuorli (sempre unendoli uno alla volta)
  • Quando gli ingredienti sono stati assorbiti dall’impasto, unire la salsa aromatica e lasciar lavorare a velocità media per qualche minuto.
  • Fernare la macchina e unire la restante frutta candita tagliata in piccoli cubetti, e l’uvetta precedentemente strizzata.
  • Riaccendere la planetaria e, sempre con gancio a foglia (K) e a velocità medio alta, lasciar lavorare a lungo, fino ad ottenere un composto elastico, che si stacca dalle pareti.
  • Trasferire il composto nello stampo da panettone, e lasciar lievitare nel forno spento, senza la lucina accesa.
  • Lasciar lievitare 5 ore, fino a quando l’impasto non avrà raggiunto il bordo dello stampo.
  • Cottura del panettone – ore 19.00
  • Togliere il panettone ormai lievitato dal forno.
    Accendere il forno a 180°C, modalità statica, ponedno sul fondo un contenitore con 100 ml di acqua.
  • Quando il forno sarà giunto a temperatura, infornare il panettone e lasciar cuocere per 30 minuti.
  • Senza aprire lo sportello del forno, abbassare la temperatura a 160°C e proseguire la cottura per altri 15 minuti.
  • A questo punto il panettone è ben cotto.
    Per verificarne la perfetta cottura, fare la prova stecchino che dovrà risultare ben asciutto.
    Estrarre il panettone dal forno e posizionarlo a testa in giù fino a quando si sarà completamente raffreddato.
  • Come raffreddare il panettone
  • Per questo passaggio è fondamentale avere lo spillone per il panettone, oppure due ferri da maglia che andremo a disinfettare prima dell’utilizzo.
  • Una volta estratto il panettone dal forno, infilzarlo con lo spillone/i ferri da maglia nella parte inferiore del dolce.
  • Appoggiare i ferri sulle spalliere di due sedie poste l’una di spalle all’altra, così da mantenere sospeso nel vuoto il panettone.
  • Questo passaggio è fondamentale per evitare che i canditi scendano verso il basso, e per evitare che la cupola del panettone di sgonfi.
  • Lasciare in questa posizione fino a quando non sarà completamente freddo.
  • Preparare la glassa – ore 20.15 / 20.30
  • Il panettone ormai è pronto per esser ricoperto dal cioccolato, quindi togliere dal “testa in giù” ed eliminare i ferri.
    Procedere quindi alla preparazione della glassa al cioccolato.
  • Tagliare grossolanamente il cioccolato e trasferirlo in un recipiente adatto al bagnomaria.
  • Lasciar sciogliere completamente, quindi unire il latte di mandorla lasciato scaldare a parte.
  • Mescolare accuratamente e ricoprire completamente la cupola del panettone con il cioccolato.
  • Lasciar raffreddare pochi minuti e, prima che indurisca completamente, distribuire lo zucchero in granella.

    In pochi minuti il cioccolato indurisce, ed il panettone è pronto per esser portato in tavola!

Notes

  • In alternativa alla farina per Panettone del Molino Colombo, è possibile sostituirla con 250 gr di farina 00 più 150 gr di farina Manitoba.
  • Per il mio panettone ho utilizzato dell’olio extra vergine di oliva di produzione familiare. Se si vuol un sapore più delicato, utilizzare dell’olio di oliva leggero, oppure metà dose di olio di oliva e metà di olio di semi di girasole.
  • Il liquore si può omettere sia per l’uvetta (lasciandola ammollare in semplice acqua), sia nell’aroma, sia nell’impasto.
  • Per una glassa classica del panettone, basta seguire le indicazioni della glassa che trovate nella ricetta del Panbrioche Pasquale
  • I tempi di cottura possono variare di qualche minuto a seconda della potenza del proprio forno. Per questo la prova stecchino è fondamentale.

NB: il mio panettone non ha una grossa cupolona perchè a due giorni dal Natale, non son riuscita a trovare lo stampo delle dimensioni giuste (giustamente!), pertanto ho utilizzato uno stampo da 1 kg (invece che da 750 gr).


Articoli correlati:


Se ti piacciono le mie ricette ed i miei articoli, seguimi anche su Instagram per restare sempre aggiornato.

Se hai domande, se vuoi chiedermi un consiglio su questa o altre ricette, se hai delle curiosità su come sostituire i latticini nella tua preparazione, scrivimi utilizzando il modulo che trovi qui.

Hai provato questa ricetta?
Menziona @delizieeconfidenze e tag #delizieeconfidenze.

Se ti è piaciuta questa ricetta, lascia una recensione positiva, significa molto per me!

Grazie per il tuo sostegno!

Segui la mia pagina Facebook , Twitter,  Pinterest.

3 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.