Torta Biancaneve

Torta Biancaneve o Donauwelle

Donauwelle: torta alle ciliegie, cacao e crema al burro

Rivisitazione senza lattosio nè proteine del latte

La torta Biancaneve è un dolce di origine tedesco, conosciuto sia con il nome di Donauwelle, che Schneewittchenkuchen o anche Schneewittchentorte.

Si tratta di un dolce a strati, con una base di torta alla vaniglia sormontata da uno strato di torta al cacao (simili al pan di spagna), le ciliegie amarene e crema al burro. A racchiudere tutti questi sapori e consistenze, una copertura di cioccolato fondente.

E’ un dolce golossissimo, bello all’aspetto, delizioso al sapore, perfetto in diverse occasioni, dalla colazione al dessert di fine pasto.

Questa la mia piccola rivisitazione che vede al posto del classico burro un’alternativa vegetale che rende il dolce privo di lattosio e di proteine del latte, indicato quindi a tutti coloro che devono eliminare i latticini dal proprio regime alimentare.

L’origine del nome

Donauwelle è il nome con cui questa torta è maggiormente conosciuta e che sta ad indicare il fiume Danubio, forse per il movimento ondulato che si crea alla copertura al cioccolato che ricorda proprio le onde del fiume.

Questo dolce è molto diffuso sia in Germania che in Australia ed è conosciuto con diversi nomi. In Germania infatti, spesso viene chiamato anche schneewitthenkuchen, cioè torta Biancaneve; un chiaro omaggio alla fiaba dei fratelli Grimm dalla quale si ispira anche per i colori (il bianco, il nero ed il rosso delle ciliegie).

Generalmente il doce viene preprato in tortiere rettangolari così da esser servito in monoporzioni quadrate che ne esaltano il contrasto dei colori e dei diversi strati.

Come si prepara il dolce

Preparare il dolce è semplice ma richiede dei tempi maggiori per preparare e assemblare i diversi strati.

Si parte dalla base di pan di spagna alla vaniglia, sormontato dallo stesso impasto al quale viene aggiunto il cacao in polvere per creare lo strato scuro.

A creare un effetto ondulato tra i due strati, le ciliegie denocciolate (che possono esser sostituite da amarene fresche o sciroppate, ben sgocciolate), leggermente affondate nell’impasto.

Si lasciano cuocere questi due strati in forno mentre si prepara la crema al burro che, nel mio caso, è sostituito da burro vegetale (burro di soia per l’esattezza).

Una volta pronte entrambe e fatte raffreddare, senza estrarre mai il dolce dallo stampo, bisogna distribuire la crema di burro sulla base bicolore con ciliegie.

Ultimo passaggio: la copertura con il cioccolato fondente, fatto sciogliere a bagnomaria, decorato con delle onde create con i rembi di una forchetta a creare un movimento ondulatoio che ricorda quello delle onde.

Il dolce si conserva in frigorifero, chiuso in un contenitore ermetico, e consumato nel giro di 2-3 giorni.

Torta Biancaneve o Donauwelle

5 from 1 vote
Recipe by Sabrina Pignataro Course: Dolci, Torte, DessertCuisine: cucina tedesca, cucina austriaca, dairy freeDifficulty: media
Porzioni

6-8

persone
Preparazione

30

minutes
Cottura

40

minutes
Tempo di riposo

40

minutes

Diversi nomi per questo dolce: Donauwelle (onde del Danubio), Schneewittchenkuchen (torta Biancaneve) o anche Schneewittchentorte (torta bianca come la neve).
Qualunque sia il nome con cui viene chiamata, si tratta di una torta a strati golossissima, bella all’aspetto, deliziosa al sapore, perfetta in diverse occasioni.

Il dolce è di origine tedesco, semplice da preparare ma richiede dei passaggi da rispettare e, quindi, dei tempi di attesa.

Si compone di uno doppio strato di impasto (simile al pan di spagna), uno alla vaiglia ed uno al cacao, che creano un effetto ondulato grazie alle ciliegie “affondate” nell’impasto. Segue uno strato di crema al burro e, per concludere, una copertura al cioccolato fondente.

Questa è la mia rivisitazione senza lattosio e senza proteine del latte del dolce.

Ingredients

  • Per le due basi bicolore
    Stampo rettangolare 18X25 cm
  • 125 g farina 00

  • 100 g ciliegie biologiche denocciolate

  • 80 g burro vegetale morbido

  • 60 g zucchero

  • 10 g cacao amaro in polvere

  • 5 g lievito in polvere per dolci

  • 2 uova di media grandezza a t.a.

  • 1 pizzico sale fino

  • 1 cucchiaio latte vegetale

  • 1 cucchiaino estratto di baniglia Bourbon bio

  • Per la crema al burro
  • 300 g latte vegetale

  • 70 g zucchero semolato

  • 50 g burro vegetale morbido

  • 30 g fecola di patate

  • Per la ganache al cioccolato
  • 100 g cioccolato fondente

  • 10 g burro vegetale

Directions

  • Preparare la base alla vaniglia
  • Lavorare il burro vegetale morbido insieme allo zucchero con le fruste elettriche, quindi aggiungere 1 uovo alla volta, lasciando assorbire completamente dal composto.
    Unire il sale e la vaniglia e mescolare ancora.
  • Unire la farina setacciata poca alla volta, mescolando delicatamente con una marisa, fino ad incorporarla completamente.
  • Versare 2/3 del composto nella teglia rettangolare, meglio se apribile, oppure foderata alla pefezione con carta forno precedentemenet inumidita e ben strizzata.
    Livellare bene il composto.

    Tenere da parte il restante composto per preparare la base nera.
  • Per la base al cacao
  • Al restante composto alla vaniglia unire il latte vegetale ed il cacao amaro in polvere setacciato.
    Mescolare accuratamente con la marisa.
  • Versare il composto al cacao sopra quello alla vaiglia e livellare bene.
  • Aggiungere le ciliegie e la cottura dello strato bicolore
  • Prima di rpocedere con la cottura dello strato bicolore, aggiungere le ciliegie precedentemente lavate, tamponate e snocciolate.
  • Distribuire le ciliegie facendole leggermente affondare tra i due impasti.
  • Cuocere in forno già caldo, modalità statica, a 180°C per 25-30 minuti.
    Procedere alla prova stecchino che deve risultare asciutto e pulito.
  • Sfornare e lasciar raffreddare completamente, mantenendo il dolce all’interno dello stampo.
  • Preparare la crema al burro (vegetale)
  • In un pentolino portare al bollore il latte vegetale (io ho utilizzato quello di soia).
  • Nel frattempo, in una ciotola mescolare lo zucchero con la fecola di patate, quindi aggiungere il latte caldo a filo. Mescolare bene e trasferire nuovamente nel pentolino.
  • Riportare il pentolino sul fuoco, a fiamma bassa, mescolando fino ad addensare la crema.
  • Trasferire la crema in un recipiente basso e largo (meglio se di vetro) e coprire con pellicola alimentare a contatto onde evitare la formazione della crosticina superficiale.
    Lasciar raffreddare bene.
  • Lavorare con le fruste il burro vegetale (io burro di soia) fino ad ottenere un composto gonfio, quindi unire alla crema ormai completamente fredda.
    Mescolare bene per amalgamare i due composti ed ottenere una crema liscia.
  • Aggiungere la crema di burro alla base bicolore con ciliegie
  • Lasciando la base bicolore con le ciliegie all’interno dello stampo, una volta completamente fredda, versare sopra la crema di burro (vegetale).
  • Distribuire uniformemente la crema su tutta la base del dolce, livellando bene con una spatola.
  • Coprire con pellicola alimentare e riporre in frigorifero a riposare per almeno 30 minuti.
  • Preparare la ganache al cioccolato
  • Spezzare grossolanamente il cioccolato con un coltello, quindi trasferire in un pentolino e farlo sciogliere a bagno maria.
  • Quando il cioccolato sarà sciolto completamente, unire il burro vegetale e mescolare per amalgamare il tutto.
  • Togliere il pentolino dal bagnomaria e lasciar raffreddare la ganache che dovrà risultare morbida.
  • Ricoprire il dolce con la ganache
  • Riprendere il dolce dal frigorifero e ricoprire con la ganache morbida.
  • Distribuire uniformemente e creare un decoro ad onde con i rebbi della forchetta.
  • Coprire nuovamente con la pellicola alimentare e riportare in frigorifero per far rapprendere (circa 10 minuti).
  • Servire il dolce
  • Una volta pronta, la torta Biancaneve può esser servita a fette.
  • Togliere il dolce dal frigorifero ed eliminare la pellicola alimentare.
  • Aiutandosi con la carta forno (utilizzata per ricoprire lo stampo), oppure aprendo la cerniera dello stampo, estrarre il dolce e disporlo sul piatto da portata.
  • Tagliare a fette e servire ogni fetta nell’apposito piatto da dessert.

Notes

  • Per evitare che la ganache al cioccolato si spezzi al momento del taglio, basterà incidere le fette quando il cioccolato non si sarà ancora indurito completamente.
  • La torta Biancaneve si conserva in frigorifero per 2-3 giorni, chiusa nell’apposito contenitore (o altro contenitore con coperchio).
  • Al posto delle ciliegie fresche si pososo utilizzare delle amarene fresche o sciroppate. In quest’ultimo caso, è bene farle sgocciolare accuratamente prima di disporle sul dolce.
  • Per un dolce alternativo, al posto delle amarene o delle ciliegie, è possibile utilizzare dei lamponi freschi.

Potrebbero interessarti anche:


Seguimi anche su Instagram per restare sempre aggiornato sugli ultimi articoli e ricette.

Per qualsiasi domanda, se vuoi chiedermi un consiglio su questa o altre ricette, per delle curiosità su come sostituire i latticini nella tua preparazione, scrivimi utilizzando il modulo che trovi qui.

Hai provato questa ricetta?
Condividila nei tuoi profili social e ricorda di menzionare @delizieeconfidenze e inserire il tag #delizieeconfidenze.

Poi lascia la recensione sulla ricetta, significa molto per me!

Grazie per il tuo sostegno!

Segui la mia pagina Facebook , Twitter,  Pinterest.
5 1 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Oldest
Newest
Inline Feedbacks
View all comments
Daniela
1 mese fa

Bellissima e posso solo immaginare la bontà! Un abbraccio

Sabrina
13 giorni fa
Reply to  Daniela

Dany, perdonami, mi son persa molti commenti a causa del poco tempo che ho ultimamente per i social.
Ti ringrazio davvero tanto! Si, questa torta è davvero deliziosa!