Crostata doppio strato

Crostata doppio strato alle more di rovo

La crostata doppio strato è un dolce realizzato con un guscio friabile di pasta frolla all’olio che racchiude un doppio strato di Fiordifrutta more di rovo, intervallati da uno strato di biscotti savoiardi bagnati con bevanda alle mandorle per delle note aromatiche che ne esaltano profumo e sapore.

Il dolce si prepara in pochi minuti ed il profumo che sprigiona durante la cottura riempirà ogni spazio della cucina, rendendo l’aria gradevole e irresistibilmente deliziosa. All’assaggio poi, i contrasti tra friabilità e morbidezza, dolcezza e note acidule e aromatiche delle more di rovo, regaleranno al palato emozioni di sapore.

La crostata doppio strato è un dolce da credenza molto goloso, una variante scenografica e più stuzzicante della classica crostata alla confettura. E’ perfetta per le colazioni e le merende di grandi e piccini, accompagnata da una tazza di tè o un bicchiere di latte (vegetale o non), può essere servita anche in occasione di una festa di compleanno o come dessert di fine pasto anche per occasioni speciali.

Crostata doppio strato alle more di rovo

Recipe by Delizie u0026 Confidenze
5.0 from 1 vote
Course: Uncategorized
Servings

4

servings
Prep time

20

minutes
Cooking time

40

minutes
Resting Time

30

minutes

Ingredients
Stampo Ø 18cm

  • Per la frolla all’olio
  • 250 g farina 00

  • 100 g zucchero semolato

  • 100 g olio di semi (io di girasole)

  • 50 g farina di mandorle

  • 2 uova intere, media grandezza, a temperatura ambiente

  • 1/2 limone (la buccia grattugiata)

  • Per il ripieno
  • 250 g Fiordifrutta more di rovo

  • 6 biscotti tipo savoiardi

  • 1 bicchiere bevanda alle mandorle

  • q.b. mandorle a lamelle

Directions

  • Preparare la frolla all’olio
  • In una terrina versare lo zucchero e l’olio.
    Iniziare a lavorare insieme con una forchetta fino ad amalgamarli.
  • Unire le due farine, la buccia grattugiata del limone e le uova, quindi lavorare ancora a mano per amalgamare tutti gli ingredienti.
  • Lavorare fino ad ottenere un panetto liscio, morbido ed elastico, che non appiccica alle mani.
  • Stendere il panetto con il mattarello ad uno spessore di circa mezzo centimetro tra due fogli di carta forno, avvolgerlo con la stessa carta forno e trasferire in frigorifero per almeno 30 minuti.
  • Comporre la crostata
  • Spennellare con dell’olio lo stampo da crostata.
    Se si utilizza uno stampo dai bordi non lineari, aiutarsi con un pennello da pasticcere per oliare bene ogni angolo dello stampo.
    Se si utilizza invece uno stampo microforato e con fondo removibile non è necessario oliarlo.
  • Riprendere la frolla all’olio dal frigorifero e, senza maneggiarla troppo per non scaldare la pasta,adagiare nello stampo, facendo aderire la pasta perfettamente alle pareti.
    Particolare attenzione va riposta nel caso di stampo con bordi non lineari: in questo caso, la pasta frolla dovrà seguire alla perfezione il movimento dello stampo per mantenerne la forma dopo la cottura.
    Ritagliare la frolla in eccesso con un coltellino.
  • Versare metà della Fiordifrutta more di rovo sulla base, creando uno strato uniforme, livellando la Fiordifrutta con una spatolina.
  • Bagnare i biscotti tipo savoiardi nella bevanda vegetale, senza inzupparli troppo, e adagiarli sullo strato di Fiordifrutta.
    Ritagliare eventualmente i biscotti per ricoprire perfettamente la base della crostata.
  • Distribuire sui biscotti la retsante Fiordifrutta more di rovo e livellare bene.
  • Cottura della crostata
  • Preriscaldare il forno a 180°C e portarlo a temperatura.
  • Infornare la crostata e lasciar cuocere per 25-30 minuti se forno ventilato, oppure 35-40 minuti se forno statico e, comunque, fino a doratura del guscio di frolla.
  • Sfornare e decorare la crostata distribuendo tutt’intorno le mandorle a lamelle.
    Lasciar raffreddare completamente il dolce prima di rimuovere dallo stampo e servire.

Notes

  • La crostata si conserva per 3-5 giorni se chiusa in apposito porta torte (o altro contenitore con coperchio).
  • Per un dessert da 100 e lode, servire la crostata a fette accompagnata da una pallina di gelato (anche vegetale) alla crema, alle mandorle o, per un contrasto straordinario, ai frutti di bosco.

Per altre ricette con Fiordifrutta Rigoni di Asiago segui gli hashtag #storiebuone #ilgustodellestoriebuone

* ADV

Ti è piaciuta la ricetta di oggi? Valuta la ricetta e fammi sapere nei commenti cosa ne pensi! Inoltre, assicurati di seguire Delizie & Confidenze su Instagram e taggami quando provi una delle mie ricette così posso vedere tutte le tue deliziose creazioni!

Hai provato questa ricetta?
Fammi sapere com’è andata: scrivimi nei commenti e lasciamo le stelline in base al tuo gradimento!

Grazie per il tuo sostegno.

Sabrina


Potrebbero interessarti anche:



Se ti piacciono le mie ricette ed i miei articoli, seguimi anche su Instagram per restare sempre aggiornato.

Se hai domande, se vuoi chiedermi un consiglio su questa o altre ricette, se hai delle curiosità su come sostituire i latticini nella tua preparazione, scrivimi utilizzando il modulo che trovi qui.

Hai provato questa ricetta?
Menziona @delizieeconfidenze e tag #delizieeconfidenze.

Se ti è piaciuta questa ricetta, lascia una recensione positiva, significa molto per me!

Grazie per il tuo sostegno!

Segui la mia pagina Facebook , Twitter,  Pinterest.
5 1 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments